Aggiornamento provvedimenti in relazione all'emergenza CORONAVIRUS

COVID-19 – L’Abruzzo in cifre

L’Università degli Studi “Gabriele d’Annunzio” ha attivato questa pagina dedicata all’illustrazione dei dati sull’epidemia da COVID-19 nella regione Abruzzo e la loro evoluzione: i dati saranno analizzati in forma grafica e commentati in un quadro con cifre aggiornate giorno per giorno.
Si tratta di uno strumento rigoroso ma di facile lettura che consente di esser informati continuamente sull’andamento dell’emergenza COVID-19.
I dati sono acquisiti dalla Protezione Civile ed elaborati dal prof. Nazzareno Re, ordinario di Chimica generale e inorganica presso il Dipartimento di Farmacia.

Aggiornamenti dell'11 giugno 2020

Seminario - "Emergenza COVID-19 e le misure di gestione nella fase 2"
22 giugno 2020, ore 9.30 - Piattaforma Teams

L'attuale pandemia sta cambiando la vita e il modo di lavorare.
E' necessario non solo prendere in considerazione il virus come rischio, ma comprendere come tutti gli aspetti di salute e sicurezza meritino particolare attenzione.
Questo implica una nuova metodologia ed un diverso approccio verso i rischi, come quello biologico da COVID 19, ergonomico da lavoro agile, psicosociale dalla mutata situazione lavorativa.
Interverranno e risponderanno alle domande dei partecipanti:
Jacopo Vecchiet Professore Ordinario di Malattie Infettive, Università degli Studi G. d'Annunzio Chieti - Pescara
Luca Di Giampaolo Professore Associato di Medicina del Lavoro, Università degli Studi G. d'Annunzio Chieti - Pescara
Nicola Sciarra Esperto nella valutazione dei rischi e nella tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, Studio Ingegneria Sciarra
moderatore Maurizio Stefanachi – RSPP Università degli Studi G. d'Annunzio Chieti - Pescara
Informazioni e Segreteria: maurizio.stefanachi@unich.it

Aggiornamenti del 9 giugno 2020

Avviso al Personale Docente e agli Studenti di Ateneo 
Con riguardo alla cd. fase 2 dell’emergenza covid19 (vale a dire sino al 31 luglio 2020), le attività didattiche dell’Ateneo G. d’Annunzio - ivi compreso lo svolgimento degli appelli d’esame e delle sedute di laurea e fatte salve le eccezioni autorizzate - proseguiranno in modalità a distanza. Ai fini della prosecuzione o del completamento dei percorsi di tirocinio curricolare di area non sanitaria ed in conformità a quanto previsto dal D.M. n.° 58 del 29 aprile 2020, i Corsi di Studio potranno autorizzare il ripristino dello svolgimento in presenza presso le strutture convenzionate, una volta acquisite le necessarie disponibilità e garanzie in ordine all’osservanza delle prescrizioni di sicurezza negli ambienti di lavoro a tutela degli studenti interessati (nelle ipotesi di indisponibilità delle strutture convenzionate, potrà continuare a farsi ricorso alla modalità telematica secondo le rimodulazioni già deliberate).

Aggiornamenti del 14 maggio 2020

Protocollo di sicurezza anticontagio COVID-19
L'Università “G. d’Annunzio” si è dotata di un protocollo di sicurezza anticontagio COVID19 che permette la ripresa delle attività consentite nella fase 2 e nella fase 3 dell'emergenza pandemica in corso, in assoluta sicurezza per i lavoratori e gli utenti della struttura.

Aggiornamenti del 21 aprile 2020

Vademecum di comportamento per la circolazione all'interno dei locali dell'Università
E’ obbligatorio che le persone presenti nei locali dell'Ateneo adottino tutte le precauzioni igieniche consentite; in particolare è fatto obbligo di adottare la distanza minima di sicurezza di due metri anche nel caso in cui si indossino i dispositivi di sicurezza (mascherine, ecc).
Qualora l’attività lavorativa imponga una distanza interpersonale minore di due metri e non siano possibili altre soluzioni organizzative, è assolutamente obbligatorio l'uso delle mascherine e di altri dispositivi di protezione.
Si raccomanda, inoltre, l'igiene delle mani che deve essere curata con particolare attenzione.
L’Università mette a disposizione idonei mezzi detergenti per le mani e raccomanda la frequente pulizia delle stesse con acqua e sapone.
Gli spostamenti all’interno degli uffici devono essere limitati al minimo indispensabile e nel rispetto delle indicazioni.
Non sono consentite le riunioni in presenza.
Laddove queste fossero necessarie ed urgenti, nell’impossibilità di collegamento a distanza, dovrà essere ridotta al minimo la partecipazione necessaria e, comunque, dovranno essere garantiti il distanziamento interpersonale e una adeguata pulizia/areazione dei locali.

Modalità di accesso di fornitori esterni e visitatori
Al fine di ridurre le possibilità di contatto con il personale, l’accesso di fornitori esterni deve essere regolato.
Laddove possibile, gli autisti dei mezzi di trasporto devono rimanere a bordo dei propri mezzi: non è consentito l’accesso agli uffici per nessun motivo.
Per le necessarie attività di approntamento delle attività di carico e scarico, il trasportatore dovrà attenersi alla rigorosa distanza di due metri.
Anche l’accesso ai visitatori deve essere limitato: qualora fosse necessario l’ingresso di visitatori esterni o diversi dal Personale tecnico amministrativo in servizio, gli stessi dovranno sottostare a tutte le regole indicate
Sergio Caputi

Aggiornamenti del 17 aprile 2020

Aumenta il supporto a distanza per le donne trattate per tumore mammario, ai tempi del COVID-19
L’Ambulatorio di Medicina Integrata della ASL02 di Lanciano-Vasto-Chieti e del Dipartimento di Medicina e Scienze dell’Invecchiamento dell’Università “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara rimane accanto alle sue pazienti, anche ai tempi del COVID-19, perché la continuità delle cure per il trattamento del tumore mammario è importante. Fin dai primi momenti della quarantena, l’equipe, sotto la direzione della dott.ssa Simona Grossi e del prof. Giorgio Napolitano, docente di Endocrinologia presso il Dipartimento di Medicina e Scienze dell’Invecchiamento della “d’Annunzio”, ha provveduto all’invio di newsletter settimanali inerenti allo stile di vita, e di feedback telefonici, volti ad assicurare continuità assistenziale alle donne già in trattamento nutrizionale e psicologico, per cercare di tamponare le difficoltà operative generate dalla restrizione globale, necessaria ed utile per la salute pubblica.
Ulteriori informazioni nel comunicato stampa allegato.

Aggiornamenti del 16 aprile 2020

La “d’Annunzio” attiva il servizio di counseling psicologico online gratuito per gli studenti e i dipendenti dell’Ateneo
Inizierà lunedì 20 aprile prossimo il servizio di counseling psicologico online gratuito per studenti e dipendenti dell’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara.
Ne ha dato conferma il prof. Piero Porcelli, Ordinario di Psicologia Clinica e Delegato del Rettore alle attività del Servizio per la Disabilità in Ateneo.
Questo nuovo servizio è stato organizzato e verrà curato dai Docenti e dai collaboratori dei Laboratori di Psicologia Clinica e Dinamica del Dipartimento di Scienze Psicologiche, della Salute e del Territorio della “d’Annunzio”.
Ulteriori informazioni nel comunicato stampa allegato

Aggiornamenti del 9 aprile 2020

Opuscolo training cognitivo anziani
Tra le varie iniziative di risposta al lockdown e alle sue conseguenze psicologiche, vi presentiamo un opuscolo contenente molti esercizi di cosiddetto 'training cognitivo'. L'opuscolo è redatto da esperti di invecchiamento cognitivo delle università di Padova, in collaborazione con l'Università di Pavia e con il Dipartimento di Scienze Psicologiche della Salute e del Territorio del nostro Ateneo. E' rivolto specificamente alla popolazione anziana e mirato all'esercizio delle principali attività cognitive seguendo le indicazioni delle ricerche del settore. Gli autori lo rilasciano in formato gratuito. 

Aggiornamenti del 7 aprile 2020

Risorse digitali online dell'Ateneo sul Covid-19
Si informano docenti, ricercatori, studenti e dipendenti dell'Università "G. d'Annunzio" che sul Portale del Sistema Bibliotecario di Ateneo sono disponibili delle pagine dedicate all’emergenza epidemiologica COVID-19.
Grazie al lavoro dello staff della Biblioteca medico-scientifica dell'Ateneo, in tali pagine è raccolta tutta la documentazione che viene progressivamente ricevuta da parte di istituzioni, società scientifiche ed editori sul virus COVID-19.
La documentazione è consultabile al seguente indirizzo:
https://biblauda.unich.it/?q=content/materiale-su-sars-cov-2-e-covid-19
o tramite il seguente persorso:
dal sito istituzionale www.unich.it > in home page "Sistema Bibliotecario d'Ateneo" > Biblioteca digitale > Banche dati specialistiche > Materiale su Sars-coV-2 e CoVid-19.
Inoltre, sempre in ragione dell'emergenza pandemica, molti editori di risorse digitali alle quali l'Università "G. d'Annunzio" è abbonata (riviste elettroniche, banche dati, pacchetti, ecc.) stanno sia ampliando la loro offerta di prodotti, sia allargando le possibilità di accesso alle risorse elettroniche da remoto, ossia tramite il servizio proxy. Normalmente, infatti, docenti, ricercatori, studenti e dipendenti hanno accesso a tutto il patrimonio digitale da noi posseduto collegandosi da qualsiasi IP dell'Ateneo, mentre via proxy (per intuibili ragioni commerciali e di diritti editoriali) l'accesso è aperto solo a una quota-parte di ciascuna risorsa.

Dalla “d’Annunzio” subito 17 letti per terapia sub-intensiva alla ASL-2 Lanciano-Vasto Chieti
L’Università degli Studi “G. d’Annunzio” di Chieti-Pescara, al fine di aumentare la dotazione della terapia intensiva dei presidi ospedalieri della ASL-2 Lanciano-Vasto-Chieti, ha deciso di concedere in uso gratuito alla medesima Azienda Sanitaria 17 letti ospedalieri per terapia sub-intensiva, completi di testiera e di sistema di monitoraggio. La concessione avrà durata di nove mesi, prorogabile su richiesta della ASL-2 fino al termine dello stato di emergenza, salvo successivi provvedimenti da emanarsi a seguito di disposizioni adottate dalle competenti autorità governative.
Ulteriori informazioni nel comunicato stampa allegato

#EUnitedvsVirus - The pan European hackathon
La Commissione europea organizza il primo #EUnitedvsVirus - The pan European hackathon. Come potete vedere dalla nota informativa allegata, la Commissione europea ospiterà l’hackathon paneuropeo (https://euvsvirus.org/), organizzato congiuntamente con gli Stati membri, per collegare la società civile, gli innovatori, i partner e gli acquirenti in tutta Europa, al fine di sviluppare soluzioni innovative per superare la crisi legata al coronavirus.
Si tratta del primo hackathon paneuropeo per affrontare la crisi correlata a COVID-19, che la CE organizzerà dal 24 al 26 aprile.

Aggiornamenti del 1 aprile 2020

Emergenza Coronavirus / Dall'ANVUR nuove scadenze per le attività di valutazione
Visto lo stato di emergenza il Consiglio direttivo dell’Anvur ha deliberato di aggiornare le scadenze per le attività di valutazione che riguardano gli Atenei, posticipando di un semestre le visite di accreditamento periodico delle Università.
La visita all'Università G. d'Annunzio Chieti - Pescara per l’accreditamento è stata posticipata al mese di dicembre 2020.

Attività AlmaLaurea in relazione all'emergenza COVID-19
AlmaLaurea in questa fase di grande emergenza, d'intesa con il Ministro dell’Università e della Ricerca, Gaetano Manfredi, ha predisposta un’azione di collaborazione con le Regioni volta a mettere a disposizione, per esigenze di reclutamento urgente di personale in ambito sanitario, liste di laureati nel settore delle discipline medico sanitarie. Il Ministro Manfredi ha infatti inviato nei giorni scorsi ai Presidenti delle Regioni una Comunicazione in questo senso. Ha, inoltre, avviato un’azione di monitoraggio e raccolta di bandi e avvisi che vengono pubblicati per il reclutamento di personale medico sanitario su scala nazionale. Li trovate all’indirizzo: https://www.almalaurea.it/covid-19 dove vengono pubblicati i predetti bandi disponibili regione per regione e ogni altra informazione ritenuta utile. Ai laureati del settore medico e sanitario è stato suggerito l'aggiornamento del proprio curriculum vitae con specifico riferimento ai dati relativi alla residenza e all'eventuale specializzazione medica. I laureati presenti nella banca dati di Almalaurea potranno essere contattati direttamente dalle Regioni che chiederanno il loro supporto.