Nuovi aggiornamenti sulle modalità di erogazione della Didattica

13 Aprile 2022

A seguito di quanto previsto dal Decreto Legge n. 24 del 24 marzo 2022 “Disposizioni urgenti per il superamento delle misure di contrasto alla diffusione dell'epidemia da COVID-19, in conseguenza della cessazione dello stato di emergenza” - che ha disposto la cessazione dello stato di emergenza da Covid-19 dal 1° aprile 2022 e indicato un processo di graduale rientro alla normalità - e delle conseguenti indicazioni del Ministro dell'Università e della Ricerca, si confermano le indicazioni approvate nella seduta del Senato Accademico del 16 settembre 2021 con riguardo all’organizzazione delle attività didattiche per il primo semestre dell’.a. a. 2021/2022 con alcune modifiche riguardo solo gli esami di profitto e di laurea.

In Breve:

Le modalità di erogazione delle attività didattiche nel secondo semestre rimarranno invariate rispetto al primo semestre:

  • Tutte le attività didattiche dell’Ateneo, sia si tratti di lezioni frontali sia si tratti di attività pratiche (tirocini, laboratori, seminari, esercitazioni) sono erogate in presenza, con turnazione per i corsi più numerosi, nel rispetto delle misure contenute nei Protocolli di sicurezza adottati dall’Ateneo e compatibilmente con la disponibilità degli spazi.
  • Fino al termine delle lezioni del II semestre sarà garantita la fruizione a distanza per gli studenti che si trovino in situazione di impossibilità a recarsi nelle sedi universitarie a causa dell’emergenza sanitaria o che non riescano a prenotare il posto in aula.

Per quanto riguarda le sessioni di esame e di Laurea, a partire dal 1° maggio 2022: 

  • Le sessioni di esame vengono svolte in presenza, apprestando le opportune calendarizzazioni nel caso in cui ricorrano rischi di assembramento incompatibili con l’osservanza dell’obbligo di distanziamento interpersonale. Rimane, tuttavia, possibile lo svolgimento delle sessioni d’esame in modalità da remoto, per le motivazioni previste dal SA nella seduta del 16 settembre 2021, quando lo studente ne faccia documentata richiesta mediante mail inviata al docente entro il termine dei cinque giorni antecedenti la data di avvio dell’appello.
  • Gli esami finali di laurea o di diploma vengono svolti prioritariamente in presenza, apprestando le opportune calendarizzazioni nel caso in cui ricorrano rischi di assembramento incompatibili con l’osservanza dell’obbligo di distanziamento interpersonale.

Alle sedute di laurea in presenza possono partecipare eventuali accompagnatori - fino ad un massimo di 5 persone - muniti dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie FFP2 e comunque fino a saturazione delle capienze delle aule che devono risultare in ogni caso risultare compatibili con l’osservanza degli obblighi di distanziamento interpersonale.

Rimane tuttavia possibile lo svolgimento delle sedute di laurea in modalità da remoto, quando lo studente ne faccia motivata richiesta mediante mail inviata alla Segreteria didattica del Corso di Studi entro il termine di quindici giorni antecedenti la data di inizio. Sarà comunque garantita la fruizione a distanza per consentire ai familiari che non hanno potuto partecipare di seguire la discussione delle tesi e la proclamazione dei laureandi.

Per indicazioni più dettagliate si rimanda alle disposizioni approvate nella seduta del SA del 16 settembre 2021, raggiungibili alla pagina Ultime disposizioni per lo svolgimento della didattica, degli esami e delle sessioni di laurea e nota MUR

Per informazioni

Decreto Legge n. 24 del 24 marzo 2022

Nota ai Rettori e ai Direttori Generali dell’Università del Ministro dell’Università e della Ricerca, prof.ssa Maria Cristina Messa