Terza Missione

La Terza Missione, riconosciuta a tutti gli effetti come missione istituzionale delle Università, è l’insieme delle attività con le quali le Università entrano in interazione diretta con la società, affiancando le missioni tradizionali di Insegnamento, prima missione, che si basa sulla interazione con gli studenti e di Ricerca, seconda missione, in interazione prevalentemente con le comunità scientifche.
Con la Terza Missione le Università entrano in contatto diretto con soggetti e gruppi sociali ulteriori rispetto a quelli consolidati e si rendono quindi disponibili a modalità di interazione dal contenuto e dalla forma assai variabili dipendenti dalle specificità e dalle aree disciplinari dell'Ateneo.
La Terza Missione può essere distinta in due ambiti principali:
Valorizzazione economica della conoscenza
La Terza Missione ha l’obiettivo di favorire la crescita economica, attraverso la trasformazione della conoscenza prodotta dalla ricerca in conoscenza utile ai fini produttivi. Rientrano in quest’ambito la gestione della proprietà intellettuale (brevetti), la creazione di imprese (spin-off), la ricerca conto terzi, in particolare derivante da rapporti ricerca-industria, e la gestione di strutture di intermediazione e di supporto, in genere su scala territoriale (attvità di placement e trasferimento tecnologico).
Attività culturale e sociale
In questo caso vengono prodotti beni pubblici che aumentano il benessere della società.
Tali beni possono avere contenuto:
- culturale: eventi e beni culturali, gestione di poli museali, scavi archeologici, divulgazione scientifica, attività musicali
- sociale: salute pubblica, attività a beneficio della comunità, consulenze tecnico/professionali fornite in équipe
- educativo: educazione degli adulti, life long learning, formazione continua
- civile: dibattiti e controversie pubbliche, expertise scientifica